sabato 10 giugno 2017

C’È DESERTO NELL’ANIMA MIA

C’è deserto nell’anima mia, piccola Maya,
senza di te, confesso, la giornata è vuota.
Bastava un gesto o chiedessi se volevi uscire,
tu saltellante e festante mi giravi intorno
aspettando il guinzaglio: quel maledetto aggeggio
che t’ha tradita, sconvolta e t’ha fatta fuggire
senza una meta, affannata, verso l’infinito.
Ora posso vederti nel buio, a sole spento,
alzando gli occhi al cielo, correre tra le stelle.

Sigismondo Nastri, 10.6.2017

Nessun commento:

Posta un commento