sabato 29 agosto 2015

LA MIA TRADUZIONE IN NAPOLETANO DELLA "PREGHIERA PER LA NOSTRA TERRA" DI PAPA FRANCESCO


                 PRIERA P’ ‘A TERRA NOSTA


Dio onniputente,

ca staie presente dint’ a tutto ’o munno

e pure dint’ ’a cchiù peccerella d’ ’e criature toie,

tu ca strigne co ’a ducézza toia

tutto chello ca esiste,

dàcce ’a forza ’e ll’ammore tuio

pe’ fà’ ca ce pigliammo cura

d’ ’a vita e d’ ’a bellezza.

Régnece ’e pace

pe’ nce fà’ campà’ comme a frate e sore

senza fà’ male a nisciuno.



O Dio d’ ’e puverielle,

aiùtace a sullevà’ d’ ’a condizione loro

chille ca ncopp’ a ’sta terra

so’ abbandunate o peggio ancora scurdate,

ca però vàleno tanto annànze a te.

Sana ’a vita nosta

pe’ nce fà’ pruteggere ’o munno

e nun l’arraffà’,

pe’ ce fà’ semmenà’ bellezza

’mmece ca inquinamento o distruzione.



Dio onniputente,

trase dint’ ’o  core

’e chille ca cercano sulo juvamiento

a danno d’ ’e puverielle e pure d’ ’a terra.

‘Mpàrace a scuprì’ ’o valore ‘e tutte ‘e cose,

a guardà’ ’ncantate,

a accummenì’ ca simmo  assaje assaje aunìte

co tutte ’e criature

pe’ ttramènte ca nce abbiàmmo a venì’

dint’ ’a lumèra toia senza fine.

Grazie ca staie co nuie tutte ’e juorne.

Aiuta, pe’ piacere, ’a lotta nosta

p’ ’a giustizia, l’ammore, ’a pace.

Papa Francesco
(© traduzione di Sigismondo Nastri)                                                                                              Proprietà letteraria e artistica riservata

venerdì 28 agosto 2015

LUNEDI' 31 AGOSTO E MARTEDI' 1° SETTEMBRE, AD AMALFI E AD ATRANI, LA XV EDIZIONE DEL CAPODANNO BIZANTINO



La XV edizione del Capodanno Bizantino, in programma  lunedì 31 agosto e  martedì 1° settembre ad Amalfi e ad Atrani, si occuperà di  "Tradizioni e suoni delle terre di mare" Un ricco programma di iniziative accompagna l’evento - ormai appuntamento indiscusso nel panorama culturale internazionale - organizzato dal Comune di Amalfi, in collaborazione con il Comune di Atrani, il Centro di Cultura e Storia Amalfitana. 
Lunedì 31 agosto, alle ore 9.30, dall’Arsenale si partirà alla scoperta dell’itinerario storico artistico e naturalistico di Amalfi e Atrani con un educational tour, in italiano e inglese, a cura del Centro di Cultura e Storia Amalfitana e dell’Associazione Atrium di Atrani.  Nel pomeriggio, ad Amalfi,   sede del Museo della Bussola (antico Arsenale), alle ore 18.00,  convegno sul tema “Tra Amalfi e Bisanzio: tradizioni e suoni delle terre di mare”, con la partecipazione di storici e antropologi. 
Alle ore 21.30, ad Atrani,  in piazza Umberto I,  concerto di musica tradizionale del Sud Italia a cura della Piccola Orchestra Aizammavoce
Il Capodanno Bizantino vivrà diversi e importanti momenti significativi martedì 1° settembre. . All’Arsenale, alle ore 10.30, è in programma la presentazione del  Magister di Civiltà Amalfitana. Quest’anno la commissione, composta dai sindaci e assessori di Amalfi e Atrani, e da rappresentanti del Centro di Cultura e Storia Amalfitana, ha inteso scegliere  Roberto De Simone, regista teatrale, compositore, drammaturgo ed etnomusicologo di fama internazionale. “Sono onorato della nomina, viene premiato il mio intenso lavoro di ricerca sull’identità e il recupero delle tradizioni- cosi si è espresso” ha commentato il maestro. Una scelta significativa, in linea con il progetto di ricerca autentica di identità e radici amalfitane - informa il comunicato stampa -, coordinata dall’assessore alla Cultura Enza Cobalto e condivisa dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Daniele Milano 
Intanto, c'è attesa per la sfilata del Corteo Storico, composto da oltre novanta  figuranti in costumi d’epoca dell’Impero di Bisanzio e della Repubblica Marinara, sapientemente riprodotti, dopo un’attenta ricerca scientifica, su disegni dello scenografo Roberto Scielzo. Sua anche la figura simbolo, scelta per questa XV edizione, che rievoca Il Duca di Amalfi e un paggio. Il Corteo, che quest'anno sarà accompagnato dagli Sbandieratori e Musici della Città Regia,  partirà da Amalfi, piazza Spirito Santo, alle ore 16,30. La tradizionale e partecipata Cerimonia di Investitura del Magister Civiltà Amalfitana è prevista per le 17.30 ad Atrani in piazza Umberto I. Il Corteo Storico rientrerà poi verso Amalfi per concludere il suo percorso sul sagrato della monumentale Cattedrale di Sant’Andrea Apostolo per la presentazione agli amalfitani del Magister.  Alle ore 20.00, in piazza Duomo, è prevista l’esibizione degli Sbandieratori. Alle ore 21.30, in piazza Municipio, spazio a soul, jazz e alle fusion di musiche popolari con l’esclusivo concerto, ad ingresso libero, di Enzo Avitabile, con i Bottari e la partecipazione di Tony Esposito..

DOMENICA, A TRAMONTI, LA "GIORNATA DEL CREATO"

Domenica, 30 agosto, a Tramonti, nella Cappella rupestre della frazione di Gete, sarà celebrata la Decima giornata diocesana per la custodia del Creato, sulla scia della recente enciclica di Papa Francesco «Laudato si'». 
Alle ore 17.30, dopo un momento di preghiera comunitaria, l'incontro sarà introdotto da Andrea Giunchiglia, direttore dell'Ufficio diocesano Giustizia, Pace e Salvaguardia del Creato. Seguiranno i saluti del sindaco di Tramonti, Antonio Giordano, e le riflessioni su alcuni brani dell'Enciclica Laudato si' di Papa Francesco, curate da Don Antonio Porpora. Avrò forse modo di leggere, nella mia traduzione in lingua napoletana, il Cantico delle Creature di San Francesco d'Assisi.
"Rivolgo un invito urgente a rinnovare il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta - scrive il pontefice nella introduzione all'enciclica. - Abbiamo bisogno di un confronto che ci unisca tutti, perché la sfida ambientale che viviamo, e le sue radici umane, ci riguardano e ci toccano tutti". E ancora."Tutti possiamo collaborare come strumenti di Dio per la cura della creazione, ognuno con la propria cultura ed esperienza, le proprie iniziative e capacità".
Concluderà i lavori, alle ore 18.45, Mons.  Orazio Soricelli, arcivescovo di Amalfi-Cava dei Tirreni.

martedì 18 agosto 2015

L'ART DE VIVRE



L'art de vivre 
est difficile
encore je l'apprends
J'adore la lumière 
j’ai la foi

Je regarde devant
et je ne juge pas 
qui étant fatigué
jette le bâton
au coin de la rue.

                                                           © Sigismondo Nastri






lunedì 10 agosto 2015

"CALICI DI STELLE" A TRAMONTI PER LA NOTTE DI SAN LORENZO. SI BRINDA CON I VINI DOC DELLA COSTA D'AMALFI



Notte di San Lorenzo. Dovrebbe essere quella delle stelle cadenti, dei sospiri, dei desideri manifestati con gli occhi rivolti verso il cielo. Meteo si è messo di traverso e, se non ci sarà una schiarita all'ultimo momento, avremo una notte senza stelle. Peccato! Non per chi s'è recato a Tramonti, dove comunque s'innalzeranno calici di vino per un brindisi corale all’amicizia ed all’amore, come riferisce un comunicato stampa mandatomi dall'amico sindaco Antonio Giordano
Con Calici di Stelle viene riproposto l’annuale appuntamento con i sapori in cui si esaltano tipicità, produzioni locali e antiche ricette della tradizione. Protagonisti assoluti saranno ancora una volta i vini doc di Tramonti, Ravello e Furore, pronti per la degustazione  nel chiostro centenario del Convento di San Francesco a Polvica. "Una location d’eccezione, una storica vetrina per il nettare di Bacco coltivato tra i terrazzamenti scavati lungo i fianchi delle rocce. Tra questi il Tintore, biodiversità simbolo di Tramonti, della sua operosità e della sua agricoltura eroica e generosa, eccellenza da tutelare e promuovere sempre di più. La cittadina montana della Costiera, in attesa dell’inaugurazione della Casa del Gusto, si afferma ancora una volta capofila in Costa d’Amalfi nella ricerca e nella promozione enologica, ponte verso l’Expo di Milano".
"Un evento straordinario, che continua ad affascinare e a coinvolgere tanti appassionati del settore, ma soprattutto tanti amanti della buona cucina e del buon vino – ha dichiarato il sindaco Giordano -. Anche quest’anno ci saranno le eccellenze della Costa d’Amalfi, affiancate dalle specialità dei Maestri Pastai Gragnanesi, simbolo della dieta mediterranea, per brindare e valorizzare il nostro Tintore: Tramonti terra felix".
E festa sia!